San Gerardo di Monza, l'iPad con i medici in corsia

Attraverso l'istituzione di un programma sperimentale, il reparto malattie infettive dell'ospedale San Gerardo di Monza è stato dotato di sei iPad. Medici ed infermieri potranno sfruttare il tablet come una cartella clinica digitale.

 
30/06/2010
di: Redazione BitCity
iPad è stato avvistato anche in corsia. Nello specifico, al reparto malattie infettive dell'ospedale San Gerardo di Monza, medici ed infermieri possono disporre di sei tablet Apple trasformati in moderna cartella clinica digitale. Infatti tramite una app apposita, iClinic, è possibile annotare e sulla tavoletta tutti i dati riguardanti la degenza dei pazienti, come peso, temperatura corporea e, molto importante, le somministrazioni periodiche di farmaci. Al momento si sta progettando di avviare un programma sperimentale, legato ad iClinic, anche all'ospedale Niguarda di Milano.
Secondo il parere di Andrea Gori, direttore del reparto malattie infettive dell'ospedale di Monza, l'introduzione di iPad in un ambiente ospedaliero potrebbe di gran lunga migliorare i servizi e limitare al massimo un possibile errore umano. "Fino ad oggi il medico prescriveva il farmaco e comunicava la sua scelta all'infermiere di turno ma in questo passaggio ci possono essere errori di trascrizione o di tempistica nella somministrazione del medicinale. Oggi invece il medico sceglie da un database il tipo di farmaco e la posologia di somministrazione e la sua scelta appare sullo schermo dell'infermiere in tempo reale".
"Se un farmaco non viene somministrato sulla schermata del paziente appare una croce rossa accompagnata da un allarme sonoro che mette in allerta medico ed infermiere. Inoltre, visto che per utilizzare l'iPad è necessario avere un codice identificativo, potremo sapere se c'è stato un errore, chi l'ha commesso e come evitare di commetterne in futuro", conclude il Dott. Gori. 
Il progetto, ancora in fase sperimentale, è costato poco più di 10 mila Euro.

  indietro     avanti  
 
download gratuito apple